Come inserire un pulsante Donazione di Paypal sul Sito web

Qualche volta può essere necessario, per enti o associazioni, inserire un bottone “donazione” di paypal sul nostro sito web.
Esistono diversi modi per farlo ed una guida dettagliata può essere visualizzata QUI.

Tuttavia se volete optare per un immagine personalizzata, consigliamo sempre la modalità “link” che si può assegnare ad un immagine o ad un testo come collegamento ipertestuale.

Link per inserire un pulsante Donazione di Paypal sul Sito web :

https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=mioindirizzo@xxx.it&item_name=TitolodellaDonazione&currency_code=EUR&lc=IT

ovviamente deve essere personalizzato con i propri dati.
Noi sconsigliamo di “impostare” un importo forzato per il navigatore, tuttavia lo si potrebbe ottenere con il parametro (esempio) : &amount=25
E’ possibile personalizzare anche la valuta EUR. Se viene omesso l’ultimo parametro lc=IT il sistema proporrà automaticamente la lingua inglese.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Come inserire un pulsante Donazione di Paypal sul Sito web, inserire un pulsante Donazione di Paypal, pulsante Donazione di Paypal, Paypal Donazione Bottone, Bottone Paypal per donazione, Paypal Donazione, Link Paypal Donate, Paypal Donate Button

Google Speed Update – Cosa Cambierà per i siti web?

Google Speed Update – Cosa Cambierà per i siti web?

È stato annunciato a gennaio e, proprio in questi giorni, è partito a livello mondiale: lo Speed Update di Google, l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo del motore di ricerca che trasformerà la velocità di caricamento di una pagina in un fattore di ranking.

Per Speed Update si intende l’ultimo aggiornamento delle tecnologie alla base del motore di ricerca di Google: da ora per stabilire il ranking (posizionamento) la piattaforma farà affidamento anche sul fattore velocità. Quelli che il motore di ricerca terrà in considerazione sono elementi come l’ottimizzazione delle pagine, la scelta di server e interconnessioni performanti, la capacità di sostenere ingenti picchi di traffico e molto altro ancora..

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Google Speed Update, ottimizzare velocità Sito web, Assistenza Sito web, Assistenza Sito web Lento, Sito web Lento come fare, Lentezza sito web e Posizionamento Google, Posizionamento Google, Ottimizzazione sito web Posizionamento Google, posizionamento google maps, posizionamento google prima pagin, posizionamento google come fare, posizionamento google seo, posizionamento google come funziona, posizionamento google adwords, posizionamento google a pagamento, posizionamento google sito web. posizionamento google sito wordpress, posizionamento google sito, posizione google android

Realizzazione Siti Web

Hai bisogno di un SITO WEB professionale e moderno?

WebX progetta e realizza siti web in base alle esigenze del Cliente.
I nostri professionisti possono presentarti un’offerta personalizzata e senza impegno. Chiedi un preventivo oggi stesso.
Nello specifico, ci occupiamo di:

REALIZZAZIONE SITI WEB
Creiamo siti vetrina, e-commerce, siti per cellulari e tablet, CMS su misura per ogni esigenza o attività.

SOCIAL MEDIA MARKETING
Usiamo i Social per promuove le aziende facendo in modo di portare all’acquisizione di contatti profilati.

OTTIMIZZAZIONE SEO
Il tuo sito sarà visibile online grazie al posizionamento sui principali motori di ricerca.

EMAIL MARKETING
Il nostro efficace servizio di Email Marketing ti consente di raggiungere il tuo target tramite DEM e trovare nuovi clienti.

GRAFICA PROFESSIONALE
Costruisci l’immagine della tua azienda e usala per comunicare il tuo valore.

CONTENT MANAGEMENT
Scriviamo articoli per aumentare la link popularity, promuovere il proprio sito e migliorare il posizionamento.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Realizzazione Siti Web, Realizzazione Siti Web Firenze, Realizzazione Siti Web Low-Cost, Low-Cost Sito web, Web agency Firenze, Creazione Siti Internet a Firenze, Posizionamento Google e Pubblicità On-Line

Attivazione di SSL su Oscommerce

Se si desidera che OsCommerce o ZenCart possano essere navigati solo tramite protocollo HTTPS, modificare i file seguenti come indicato:

  • File includes/configure.php:

    define(‘HTTP_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘HTTPS_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘ENABLE_SSL’, true);

  • File admin/includes/configure.php:

    define(‘HTTP_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘HTTPS_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘ENABLE_SSL’, true);
    define(‘HTTP_CATALOG_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘HTTPS_CATALOG_SERVER’, ‘https://www.dominio.ext’);
    define(‘ENABLE_SSL_CATALOG’, ‘true’);

In caso di difficoltà nella modifica, consigliamo di contattare la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni necessarie ed i costi riguardanti la correzione del servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : SSL su Oscommerce, Oscommerce ssl, Oscommerce attivare https, https su Oscommerce, installazione certificato Oscommerce, come attivare https per Oscommerce, come attivare ssl per Oscommerce

Chrome 68, sito non sicuro. Che fare?

Google lo aveva detto da tempo ma ora il nodo è arrivato al pettine. Chi già lo sapeva non si è fatto trovare impreparato… chi lo ha saputo adesso, sta correndo al riparo… e chi ancora non sa niente si sta chiedendo che cosa succede.

Se andando su un sito ricevi l’errore che vedi nella seguente immagine, sappi che probabilmente non dipende dal fatto che è ospitato un malware, ma “semplicemente” non è presente un certificato HTTPS valido.

 

Infatti, dalla versione 68 di Chrome, tutti i siti web che non caricano in HTTPS e non hanno un certificato valido vengono segnalati come NON SICURO.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : sito web non sicuro, your connection is not private, sito web errore google, errore google your connection is not private, errore https google, errore https chrome

Google Mobile First Index – Il tuo sito web è pronto?

Questa nuova “features” è stata nascosta un pò dall’ombra, complice anche il grande periodo di GPDR che ha “dato tanto da fare” a tutti, ma a partire da Luglio entrerà in vigore, per Google, il Google Mobile First Index.

Fino ad inizio 2015, Google valutava i siti solamente tramite la versione desktop. A partire dal 2015, invece, si parlò di “mobile“, intendendo un cambiamento che ha portato a una diversificazione dei risultati di ricerca, che gli utenti ottenevano effettuando una interrogazione su Google da mobile piuttosto che da desktop.

da luglio 2018, le pagine web prive di versioni mobile o scarsamente fruibili da mobile, potranno essere penalizzate a livello di posizionamento su Google.

A partire da Luglio 2018 ottimizzazione di contenuti, layout, velocità di caricamento ed esperienza utente devono avvenire prima di tutto in relazione a come gli utenti interagiscono via smartphone e tablet. Pertanto i siti web che non avranno versioni responsive o mobile “accettabili” saranno ulteriormente penalizzati.
Per “accettabili” sono da intendersi solo quelli che rispettano anche i requisiti riportati perciò è consigliabile implementare plugin di Cache, rimuovere plugin inutili o di utilizzo “inferiore”.

Una buona checklist da osservare per le versioni mobile / responsive di un sito può essere la seguente:

  • Contenuti: verificare che i contenuti della versione per dispositivi mobile siano di alta qualità, non inferiori a quelli della versione desktop
  • Dati strutturati: lo stesso schema dei dati strutturati deve essere presente sulla versione desktop e sulla versione mobile / responsive
  • Meta Tags: analoghi (non per forza uguali) su entrambe le versioni. Si può comunque differenziare i meta tags, se avete evidenza che l’utente mobile e l’utente desktop effettuino ricerche simili, ma diverse…

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Google Mobile First Index, Google Mobile First Index responsive, sito web responsive, Responsive Web Design, Creazione sito responsive, Realizzazione siti web responsive, Realizzazione siti web responsive Firenze, Realizzazione siti web responsive Prato, Come trasformare un layout fisso in layout responsive, Adattamento siti web responsive

HTTPS cosa succederà con l’arrivo di Chrome 68??

A partire da Chrome 68 tutti i siti web che non utilizzano HTTPS verranno indicati come “Non sicuri”. Google ha annunciato questa sua scelta da diverso tempo, se ne parla infatti già dal 2014, e ha dato un deadline ben precisa, luglio 2018, per adattare in propri progetti ai nuovo standard di sicurezza del browser..

Già nel 2017 Google aveva spinto i webmaster a rendere più sicuri i propri siti web, ma, se fino ad ora tale segnalazione riguardava solo i siti di e-commerce e i siti contenenti form di login privi di un certificato SSL, adesso l’esigenza di adeguarsi al nuovo standard di sicurezza riguarda proprio tutti!

La mancanza di un certificato SSL, oltre a mettere a rischio la credibilità del tuo sito e a scoraggiare la navigazione dei tuoi utenti, penalizzerà anche l’indicizzazione del sito nei risultati di Google: A parità di autorevolezza un sito in https comparirà prima di un sito in http privo di certificato SSL

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : certificato SSL sul tuo sito web, Attivazione certificato SSL, Assistenza certificato SSL, Installazione certificato SSL, Supporto certificato SSL per sito web, Assistenza  certificato SSL per sito web, Come installare certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web WordPress, Wordpress certificato SSL

Firefox supporterà soltanto HTTPS

Dopo aver seguito l’esempio di Google Chrome, gli sviluppatori di Mozilla Firefox avrebbero deciso che in futuro il browser Web supporterà unicamente la navigazione in “contesti sicuri” e, di conseguenza, le sole connessioni su protocollo HTTPS(HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer).

I gestori dei siti Internet e gli ammnistratori di sistema sono quindi avvertiti: prima o poi per poter essere visitabili tramite Firefox i contenuti dovranno essere obbligatoriamente cifrati tramite SSL e quindi protetti dagli attacchi in cui sono troppo spesso coinvolte le risorse veicolate attraverso il tradizionale protocollo HTTP.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : certificato SSL sul tuo sito web, Attivazione certificato SSL, Assistenza certificato SSL, Installazione certificato SSL, Supporto certificato SSL per sito web, Assistenza  certificato SSL per sito web, Come installare certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web WordPress, Wordpress certificato SSL

Attivazione di un certificato SSL sul tuo sito web

Google ha recentemente dichiarato che da luglio 2018 il suo browser Chrome, con il rilascio della versione 68, segnalerà come “Non sicuro” qualsiasi sito sprovvisto di un valido certificato SSL, indipendentemente dal suo contenuto.

Già nel 2017 Google aveva spinto i webmaster a rendere più sicuri i propri siti web, ma, se fino ad ora tale segnalazione riguardava solo i siti di e-commerce e i siti contenenti form di login privi di un certificato SSL, adesso l’esigenza di adeguarsi al nuovo standard di sicurezza riguarda proprio tutti!

La mancanza di un certificato SSL, oltre a mettere a rischio la credibilità del tuo sito e a scoraggiare la navigazione dei tuoi utenti, penalizzerà anche l’indicizzazione del sito nei risultati di Google: A parità di autorevolezza un sito in https comparirà prima di un sito in http privo di certificato SSL

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Attivazione di un certificato SSL sul tuo sito web,Attivazione di un certificato SSL, Assistenza certificato SSL, Installazione certificato SSL, Supporto certificato SSL per sito web, Assistenza  certificato SSL per sito web, Come installare certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web, Assistenza installazione certificato SSL per sito web WordPress, Wordpress certificato SSL

L’unione Europea proibisce il blocco geografico

Gli stati membri dell’UE hanno concordato un divieto di geoblocco.

Soprattutto, le grandi aziende negano ai clienti di alcuni paesi l’accesso alle pagine dei negozi con offerte che dovrebbero essere applicate solo ad alcuni altri paesi.
Spesso si tratta di chiedere prezzi più elevati per prodotti identici da parte dei clienti in Europa e negli Stati Uniti, perché in media hanno un maggiore potere d’acquisto.
Nella misura in cui il geoblocking viene usato per applicare questa pratica, in futuro sarà inammissibile in Europa.

Negli Stati Uniti e in molti altri paesi è consentito il geoblocking.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : blocco geografico, prezzo sito web più caro, prezzo più caro geografico, prezzo prodotto più caro, prezzo prodotto più caro europa, prezzo prodotto più caro altre nazioni, creazione siti web, siti web Firenze, Firenze web, Creazione siti web Toscana

Facebook e un “caso” di Marketing-Blackout

Voglio raccontarvi una storia di un mio amico. Questa persona aveva fatto di Facebook la sua principale fonte di pubblicità, di contatti con i clienti, di novità sulla propria pagina FB, scambio di mail e messaggi, prenotazioni, ecc.
Un bel giorno si vede apparire il messaggio in allegato :

…e da qui è cominciato il suo calvario.
La verifica via cellulare è stata semplice per lui, ma il problema si è presentato dopo : la verifica del riconoscimento delle foto. Avendo tra gli amici molte aziende, associazioni e anche sconosciuti…..questa persona non è mai riuscita a superare la verifica del sistema fotografico ed il suo account è stato bloccato per ben 4 settimane.
Ha perduto il periodo natalizio di facebook-pubblicità, la possibilità di mostrare foto di fiere, ecc.

Ovviamente ha “recuperato” molti suoi clienti con canali convenzionali (email, telefono, ecc.), altri clienti (sentendolo assente) alla fine lo hanno chiamato, ecc….tuttavia è rimasto vittima di un “marketing-Blackout” derivato dal sito web (social network)  a cui si era affidato.

Soluzione??

Considerate un sito web proprio!! gestite i vostri clienti tramite web e tramite posta elettronica.
Un sito web a PAGAMENTO ha sempre un servizio di assistenza dedicata e i problemi vengono risolti entro un tempo massimo di 24-48 ore senza danni all’immagine!! Inoltre c’è sempre un servizio di assistenza Telefonica!! Un sito web personale è “una proprietà”.

Fonte : Webmaster Firenze, Meglio sito web o Facebook, Sito web Meglio di Facebook, Pubblicità Social network Firenze, gestione Social network Firenze, pubblicità Facebook Firenze, gestire contenuti Facebook Firenze, gestire pagina Facebook Firenze

Google è pronta a passare all’indicizzazione mobile-first

La società di Mountain View ha messo nero su bianco l’importante novità: d’ora in avanti la versione mobile dei siti web sarà usata per le operazioni di crawling, indexing e ranking di ogni sito.

In buona sostanza, i siti web che ancor’oggi non avessero aggiornato il loro sito web disponendo solo di una versione unicamente compatibile con i dispositivi desktop, potrebbero iniziare a subire evidenti penalizzazioni.

L’indicizzazione “mobile-first” impiegherà i contenuti dalla versione mobile del sito per indicizzare e classificare: I siti web con un design reattivo“generalmente non devono fare nulla”, tuttavia Google ha un elenco aggiornato di suggerimenti per garantire che i siti siano pronti per l’ indicizzazione mobile-first

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Creazione siti web Responsive,  siti web Responsive,  siti web mobile, mobile  siti web

Social Media – introdurre i Social Network in un organizzazione

Con questo articolo vogliamo capire come portare un’intera organizzazione a comprendere l’importanza dei social media. In Italia siamo ancora piuttosto indietro su questo aspetto (e su questa mentalità!!) in quanto molti social media sono considerati “roba da adolescenti” / roba da “spippoloni informatici” e luoghi in cui …fondamentalmente si perde tempo.

Tuttavia, una ricerca di alcune società di analisi del mercato, ha rilevato che le organizzazioni che hanno adottato i social media prima di molte altre sono riuscite ad avere un
considerevole vantaggio competitivo. Ci sono moltissimi clienti che interagiscono con le aziende attraverso i social media e avendo un “contatto diretto” sono portati a spendere di più di quelli che non sviluppano nessuna relazione on-line con il gruppo. Ciò nonostante l’introduzione dei social media delle aziende rimane spesso un processo lungo e faticoso.

Oltre ai motivi dichiarati prima, i social media sono visti un po’ come una realtà estranea, dura e faticosa da gestire. Inoltre per chi è abituato da anni sempre a fare il proprio lavoro allo stesso modo rappresentano,  oltre che una novità da gestire anche una fonte di benefici “non chiari”. La persona che nell’organizzazione decide di mettersi a contatto con queste realtà, prima di iniziare, deve avere una chiara visione degli obiettivi di business che l’azienda vuole raggiungere e capire come l’uso dei social media può essere messo al servizio di
tali obiettivi.

Ovviamente, per obiettivi, ci si riferisce a quelli per cui l’organizzazione è stata creata, quelli che cercava anche prima di una possibile entrata su Facebook Twitter e altri social network. L’obiettivo è ovviamente cercare di prendere nuovi clienti, generare fiducia e così il via…. E per questo i social media sono un’opportunità che deve essere vista per raggiungere gli scopi aziendali e amplificare il proprio successo.

Molto spesso la persona più difficile da convincere, per questo aspetto, è l’amministratore o il responsabile informatico dell’azienda che porrà direttamente questa domanda : Perché dovrei investire sui social media quando ho il mio sito Internet? rischio di perdere il traffico dal sito a favore dell’social network.

Oggi giorno il traffico sul sito Internet, visto con numeri di statistica, è considerato il più grande indicatore di successo in Italia per quanto riguarda l’attività di marketing ma purtroppo le cose sono cambiate e il “sito aziendale” non è più al centro dei pensieri e dell’esperienza di navigazione dei consumatori. Chi ha bisogno di trovare qualche informazione su un prodotto la cerca su Google oppure in altri luoghi dove ci si può scambiare anche opinioni o esperienze con altre persone che hanno magari acquistato lo stesso
prodotto e stanno dando delle recensioni… Luoghi come il forum di social networking mobile o siti Web specializzati come Tripadvisor, ecc

Inoltre non ci dimentichiamo i risultati dei motori di ricerca che saranno sempre più “influenzati” dai social network perché il motore di ricerca deve tenere in considerazione le interazioni che gli utenti hanno con contenuti condivisi sui social network. Questo aspetto si chiama social search e sta a indicare un aggiornamento del motore di ricerca che entra in considerazione dell’esperienza utente.

Come li conoscevamo fino ad oggi …… i motori di ricerca avevano un algoritmo che teneva conto soltanto delle informazioni sulle pagine; recentemente però questi motori si sono evoluti e tengono anche conto del numero di segnali sociali svolti sui social network dagli utenti.

Un altro motivo che blocca le aziende ad entrare sui social network, oltre alla “pigrizia della gestione” (argomento che non tratteremo!!)……….. è una specie di rifiuto del rapporto
causa-effetto che si formerà con il consumatore ovvero la domanda del tipo  : se siamo sul social networking dopo cominceranno a parlare di noi?

In effetti bisogna capire che anche se l’azienda non è sul social networking il consumatore o il navigatore stanno già parlando di quest’azienda o del prodotto su altri forum blogger o portali inerenti. Se invece questi navigatori non lo fanno non è un segnale positivo …anzi è completamente negativo perché vuol dire che nessuno conosce quel prodotto o nessuno conosce quell’azienda.

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency. Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : Affiancare Social network Facebook, Meglio Facebook o Sito web, Sito web Social network, Social Network in un organizzazione, Azienda Social network Facebook, Azienda Social network Facebook a Firenze, Inserire Azienda su Social NetWork Firenze