Articoli

Meglio un Sito web o una Pagina Facebook??

Ho notato, recentemente, che molte persone evitano di farsi un sito web (che ovviamente ha un piccolo costo) perché pensano che “una pagina su facebook” (gratis) sia altrettanto efficace e forse più interessante. Personalmente ognuno è libero di fare come crede meglio però voglio dare alcune piccole indicazioni di carattere generale per “far capire” come funzionano le cose

  1. Le aziende che “cercano altre aziende” non sono molto interessate ai profili facebook. Gli danno un occhiata “veloce” ma sono molto più interessate a visionare un sito web ben costruito in quanto reputano facebook un sito per adolescenti e/o solo per lo scopo per cui è stato creato, ovvero “tenersi in contatto con persone della propria vita privata”. L’obiettivo principale per qualsiasi business è la professionalità, accrescere la fiducia dei possibili clienti, creare una reputazione online e ovviamente vendere. Avere uno spazio web personale (e professionale) è già un’immagine della professionalità del nostro lavoro

  2. Facebook è dominato soprattutto da adolescenti, giovani, persone in cerca di eventi, ecc. Le aziende vere e proprie non sono “iscritte” con account aziendali e quindi …. per fare delle ricerche mirate …. una singola persona dovrà utilizzare il proprio account (personale). In questo modo, anche in caso di messaggi, non sapremo “veramente” chi ci sta contattando….e quindi si rischia di “ignorare” anche persone a capo di grandi gruppi. Ricordate che dietro le immagini di Facebook può esserci chiunque : un profilo di un “cagnolino”….potrebbe essere un amministratore della nostra più importante ditta cliente!!

  3. Per essere visionato su facebook devi essere conosciuto e quindi “cercato” dalla persona. Questo restringe il campo di utilizzo e di pubblicità. Se hai 1000 amici, i tuoi contenuti saranno visionati solo da queste 1000 persone. Sul web invece non esiste una limitazione a questo numero.

  4. Collezionare parecchi amici vuol dire ricevere quintali di messaggi al giorno (inviti ad eventi, spam, ecc…la gente spedisce senza nemmeno sapere a chi) che presto diventeranno impossibili da leggere per quantità….e verranno ignorati

  5. L’italia è un paese “prevalentemente anziano” e molte persone non sono iscritte a facebook. Preferiscono utilizzare GOOGLE alla vecchia maniera ed è importante che la nostra situazione verso i motori di ricerca sia molto curata

  6. Fate attenzione a non essere invasivi con i vostri aggiornamenti facebook. Chi pubblica parecchi aggiornamenti al giorno rischia di essere “nascosto” dalle bacheche personali !!

Concludendo, un sito web personale è un vero biglietto da visita e quindi un perfetto strumento di lavoro. Può essere modellato come si preferisce con sezioni prezzi, gallerie di immagini (es. a tema, gallerie storiche, gallerie riservate, ecc.) e con qualsiasi caratteristica. La sezione contatti e dove siamo sarà sempre utile a chi “ci cerca”.

Il sito web è anche un “valore”. Può accrescere il suo valore nel tempo. Se vengono fatte strategie di promozione … aumenteranno le visite sul sito, le richieste e gli acquisti. Quando il tuo sito genera questi tipi di risposte non è più un semplice spazio ma diviene un vero sistema economico della tua azienda.

Mai sentito parlare dell’indicizzazione?? Se un utente esegue una ricerca generica per “Dormire a Firenze” non troverà le pagine Facebook degli hotel. Tra i primi risultati compaiono portali di distribuzione, siti di recensioni e i siti web delle strutture. I motori di ricerca presentano i risultati che meglio possono rispondere a quel tipo di ricerca.

Per una corretta attività è necessario sfruttare sia il sito web, sia la propria attività facebook ma, a mio parere, dedicando il 70% delle risorse al primo e solo il 30% al secondo. Il sito web è ancora oggi lo strumento più efficace per presentarsi, raccontare e stimolare più visite.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Attenzione : Webx.it non è un servizio di helpdesk “gratuito” a cui chiedere informazioni circa la soluzione dell’errore e/o la procedura per come risolvere. A seguito di un vostro contatto verrà elaborato un preventivo per un intervento/correzione.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : la mia pagina Facebook, Posizionamento Facebook, Posizionamento pagina Facebook, Posizionamento SEO, Posizionamento Social network

Meglio un Sito web o una Pagina Facebook??

Ho notato, recentemente, che molte persone evitano di farsi un sito web (che ovviamente ha un piccolo costo) perché pensano che “una pagina su facebook” (gratis) sia altrettanto efficace e forse più interessante. Personalmente ognuno è libero di fare come crede meglio però voglio dare alcune piccole indicazioni di carattere generale per “far capire” come funzionano le cose

  1. Le aziende che “cercano altre aziende” non sono molto interessate ai profili facebook. Gli danno un occhiata “veloce” ma sono molto più interessate a visionare un sito web ben costruito in quanto reputano facebook un sito per adolescenti e/o solo per lo scopo per cui è stato creato, ovvero “tenersi in contatto con persone della propria vita privata”. L’obiettivo principale per qualsiasi business è la professionalità, accrescere la fiducia dei possibili clienti, creare una reputazione online e ovviamente vendere. Avere uno spazio web personale (e professionale) è già un’immagine della professionalità del nostro lavoro

  2. Facebook è dominato soprattutto da adolescenti, giovani, persone in cerca di eventi, ecc. Le aziende vere e proprie non sono “iscritte” con account aziendali e quindi …. per fare delle ricerche mirate …. una singola persona dovrà utilizzare il proprio account (personale). In questo modo, anche in caso di messaggi, non sapremo “veramente” chi ci sta contattando….e quindi si rischia di “ignorare” anche persone a capo di grandi gruppi. Ricordate che dietro le immagini di Facebook può esserci chiunque : un profilo di un “cagnolino”….potrebbe essere un amministratore della nostra più importante ditta cliente!!

  3. Per essere visionato su facebook devi essere conosciuto e quindi “cercato” dalla persona. Questo restringe il campo di utilizzo e di pubblicità. Se hai 1000 amici, i tuoi contenuti saranno visionati solo da queste 1000 persone. Sul web invece non esiste una limitazione a questo numero.

  4. Collezionare parecchi amici vuol dire ricevere quintali di messaggi al giorno (inviti ad eventi, spam, ecc…la gente spedisce senza nemmeno sapere a chi) che presto diventeranno impossibili da leggere per quantità….e verranno ignorati

  5. L’italia è un paese “prevalentemente anziano” e molte persone non sono iscritte a facebook. Preferiscono utilizzare GOOGLE alla vecchia maniera ed è importante che la nostra situazione verso i motori di ricerca sia molto curata

  6. Fate attenzione a non essere invasivi con i vostri aggiornamenti facebook. Chi pubblica parecchi aggiornamenti al giorno rischia di essere “nascosto” dalle bacheche personali !!

Concludendo, un sito web personale è un vero biglietto da visita e quindi un perfetto strumento di lavoro. Può essere modellato come si preferisce con sezioni prezzi, gallerie di immagini (es. a tema, gallerie storiche, gallerie riservate, ecc.) e con qualsiasi caratteristica. La sezione contatti e dove siamo sarà sempre utile a chi “ci cerca”.

Il sito web è anche un “valore”. Può accrescere il suo valore nel tempo. Se vengono fatte strategie di promozione … aumenteranno le visite sul sito, le richieste e gli acquisti. Quando il tuo sito genera questi tipi di risposte non è più un semplice spazio ma diviene un vero sistema economico della tua azienda.

Mai sentito parlare dell’indicizzazione?? Se un utente esegue una ricerca generica per “Dormire a Firenze” non troverà le pagine Facebook degli hotel. Tra i primi risultati compaiono portali di distribuzione, siti di recensioni e i siti web delle strutture. I motori di ricerca presentano i risultati che meglio possono rispondere a quel tipo di ricerca.

Per una corretta attività è necessario sfruttare sia il sito web, sia la propria attività facebook ma, a mio parere, dedicando il 70% delle risorse al primo e solo il 30% al secondo. Il sito web è ancora oggi lo strumento più efficace per presentarsi, raccontare e stimolare più visite.

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Attenzione : Webx.it non è un servizio di helpdesk “gratuito” a cui chiedere informazioni circa la soluzione dell’errore e/o la procedura per come risolvere. A seguito di un vostro contatto verrà elaborato un preventivo per un intervento/correzione.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : la mia pagina Facebook, Posizionamento Facebook, Posizionamento pagina Facebook, Posizionamento SEO, Posizionamento Social network

Posizionamento e Banner nel 2018??

Oggi voglio spendere cinque minuti di tempo per parlare dei banner.
Fino a qualche anno fa l’utilizzo dei banner era una pratica molto diffusa (è molto interessante). Come “banner” si potevano intendere quelli fatti in casa oppure le pubblicità di Google Adsense. Fino a qualche anno fa gli utilizzatori di questa piattaforma Google avevano degli ottimi ricavi dalla rete. Ultimamente con l’arrivo di molti sistemi di sicurezza (e antivirus) in grado di bloccare finestre di popup …. l’utilizzo del banner è diventato quasi obsoleto.
Infatti molti di questi sistemi vengono bloccati e il blocco avviene a livello di browser. L’utilizzo del banner è una pratica ormai vecchia. Anche per gli utilizzatori di AdSense è diventato difficile avere ottimi ricavi … proprio perché il banner viene bloccato; questi utilizzatori si sono visti scendere (di molto!) i ricavi e quindi l’utilizzo stesso della piattaforma è diventato quasi “inutile”

Ma indipendentemente da AdSense …perché non dobbiamo più utilizzare il banner?
Le risposte sono piuttosto semplici.

1) Innanzitutto il mercato sta volgendo sempre più verso dispositivi mobili e questo tipo di dispositivi non mostra il banner nei loro browser;  sono incentrati per trovare subito un prodotto o direttamente un’attività (su servizi come Google Maps), e l’utente dei dispositivi mobili… non ha tempo per il “banner”!

2) molti navigatori della rete hanno ormai capito che “il clic sul banner” non porta a risultati veramente interessanti. Questo perché, nel tempo, è stato fatto un pessimo utilizzo dei banner da parte di molti siti Web. Cliccare sul banner è associato a essere portati a dei siti “malevoli” oppure di spam …. perciò molti utenti hanno “realizzato” che cliccare sul banner è diventata una politica piuttosto sconveniente.

3) bisogna fare molta attenzione al motore di ricerca Google perché quest’ultimo (benché abbia un suo programma banner che sarebbe Google AdSense!) tende a scoraggiare i siti Internet che propongono molti banner. Effettivamente sembra un controsenso ma questa è diventata la politica di Google….. perciò molti banner (posizionati in testa o nelle barre laterali del sito) == visti come un comportamento quasi sospetto (invasivo)

La domanda che viene spontanea: è proprio necessario abbandonare la pubblicità display e banner?

Beh …da un certo punto di vistam, diciamo che abbandonare non è la scelta migliore tuttavia è necessario fare in modo che il tempo “dedicato” alla pubblicità display sia un tempo veramente minimo e creare questo tipo di risorsa non sia impegnativo. Ovviamente chi acquista spazi su siti Internet (molto popolari) non è al corrente di questa politica di visualizzazione dei banner pertanto (come Webmaster) potremm trovarci nella condizione di poter vendere molti spazi pubblicitari (sul nostro sito Internet) che saranno adibiti a banner dei nostri acquirenti. A questo punto è necessario realizzare dei banner “intelligenti” perché il nostro cliente, oltre che voler vedere la propria pubblicità sul nostro sito Internet, potrebbe essere interessato al numero dei clic che vengono effettuati su questi banner. In questo caso è possibile studiare dei banner più o meno accattivanti a seconda della situazione in cui andremo a trovarci; possiamo realizzare un banner con un prodotto e questo susciterà la curiosità delle persone interessate però SOLO a quel prodotto. Possiamo utilizzare un motto. Tutti questi accorgimenti faranno in modo che la nostra pubblicità sia più cliccata. Per fare un esempio …. si è scoperto che un banner che raffigura un volto femminile o una parte del corpo femminile (che però non sia necessariamente a luci rosse) riscuote molto più successo di altri tipi di banner che siamo soliti a creare per il medesimo prodotto. Pertanto questi accorgimenti sono da considerarsi necessari.

In conclusione possiamo affermare che il mercato del banner può essere un ottimo mercato se siamo noi a vendere gli spazi per il banner (sul nostro sito Internet che ha raggiunto una buona popolarità). In altri casi … cercare di posizionare banner gratuiti o a pagamento su altri siti Web potrebbe essere un grande impegno sia a livello di ricerca che di implementazione e alla fine potrebbe portarci dei risultati minimi (come visite o clic)… pertanto io suggerisco di concentrare le proprie energie e le proprie risorse su dei sistemi alternativi per far fluire le visite al proprio sito Internet..

Seguici su:

Google+  Facebook   LinkedIn

Potrebbero Interessarti anche:

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contatta la nostra Web Agency.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Attenzione : Webx.it non è un servizio di helpdesk “gratuito” a cui chiedere informazioni circa la soluzione dell’errore e/o la procedura per come risolvere. A seguito di un vostro contatto verrà elaborato un preventivo per un intervento/correzione.

WebMaster Firenze

Oppure, se preferisci, CONTATTACI attravero il modulo presente in questa pagina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Fonti : adsense guadagno, banner adsense, Indicizzazione Banner, Indicizzazione del proprio sito web, indicizzazione pensioni indicizzazione windows 7 indicizzazione finanziaria indicizzazione google, Indicizzazione sito web, Posizionamento SEO